• Scrivici un'e-mail:

    info@webpsy.it

  • Dove siamo:

    Verona

paura di promuoversi psicologi

Superare la paura di promuoversi

Da quando Webpsy è nata, parecchi colleghi ci hanno contattato manifestando il desiderio di costruire il proprio sito e iniziare a promuoversi online. Sembrerebbero pronti per approdare in internet e incrementare le proprie possibilità lavorative, anche se…

“Per imparare non c’è niente di meglio dopo uno sbaglio che raccogliere le idee e andare avanti.

E invece quasi tutti si fanno prendere dalla paura,

hanno così paura di sbagliare che sbagliano.

Sono troppo condizionati, troppo abituati a sentirsi dire quello che devono fare,

prima in famiglia, poi a scuola e per finire nel mondo del lavoro.”

Bukowski , Il Capitano è fuori a pranzo

C’è qualcosa che li blocca e non è un discorso di possibilità economiche (con le nostre promozioni si può essere presenti in rete a prezzi decisamente abbordabili). È più una sorta di paura, i brividi di un salto verso l’ignoto, il timore di non essere in grado, di impegnarsi in qualcosa di più grande delle proprie possibilità, ma anche di non essere all’altezza delle aspettative di chi potrebbe trovarci online.

Benvenuti nel club

Non è altro che un aspetto della paura di promuoversi, una condizione che accompagna molte persone sotto diverse forme, prima a scuola, poi all’università, poi al lavoro e anche sul web. Nonostante non sia presente sul DSM, potrebbe di fatto essere categorizzata come una specifica fobia sociale, strettamente collegata alla Sindrome dell’Impostore, che ha già un notevole corpus di ricerche psicologiche che la riguardano. Comprende anche il timore dell’imperfezione, che potrebbe bloccarci giorni e giorni davanti alla stesura dei post del nostro blog per paura di poter scrivere qualcosa di meno fantastico del previsto.

Cantanti, attori, musicisti, scrittori e altri artisti, devono costantemente farsi auto-promozione, convincendo gli agenti ed il pubblico del loro talento. Gli psicologi spesso continuano a lasciare che siano gli altri a fargli promozione con il passaparola, risorsa importante ma sempre meno efficace al giorno d’oggi. Sia che si stia cercando di fare una scalata aziendale, sia che si stia pensando di avviarsi alla libera professione, il marketing è una componente chiave per la buona riuscita e per il successo.

Pensate a tutte le persone che conoscete che hanno ottenuto una buona posizione lavorativa o che sono piene di clienti. Sono sempre i “migliori per quel lavoro”? Forse sì, ma forse anche no. Quello in cui sono certamente stati bravi è nel processo di procurarsi quel lavoro ed quei clienti, superando a volte professionisti incredibilmente preparati e competenti, che però non avevano capito come promuovere se stessi e la loro attività.

La verità, quando si lavora in proprio, è che se non suoni tu la tua tromba nessun altro lo farà per te! Guardarsi intorno in cerca di riconoscimento o in attesa di essere notati per le proprie competenze e talento non funziona nella libera professione, anzi è una strada abbastanza sicura verso la chiusura dell’attività.

Ecco dunque qualche spunto di riflessione per poter superare la nostra esitazione e fare il vostro trionfale ingresso sul web.

La paura è normale

E se di solito questa cosa la dici ai tuoi pazienti, questa volta devi dirla a te stesso. Avere preoccupazione per quello che non si conosce è normale, soprattutto se dobbiamo ricostruire un modo di pensare che ci ha accompagnati per anni. Ma si arriva a un punto in cui devi realizzare che nessuno saprà chi sei o di cosa ti occupi, se non sei tu a raccontarglielo promuovendo la tua professione. Com’è naturale avere paura, così deve diventare naturale superarla.

Non devi venderti

Non devi convincere nessuno a venire da te, a fargli piacere il tuo lavoro e a farti i complimenti per il tuo sito. Ma c’è sicuramente qualcuno che può avere bisogno di te e che sta cercando in internet informazioni su come affrontare proprio quella situazione di cui tu ti occupi. E magari questo qualcuno abita a poche centinaia di metri da casa tua. Parla alle persone di loro, non parlare di te. Null’altro conta.

Less is more

Fai una lista delle tue qualità e capacità, poi usa questi talenti a tuo vantaggio! Spesso i tuoi doni sono evidenti a tutti tranne che a te. Poi specializzati! Evita di essere tuttologo e di perderti dietro al mare di cose che uno psicologo potrebbe fare e scrivere. Ci sono in giro milioni di psicologi e milioni di siti per psicologi. Ma tu creati una nicchia. Le migliori credenziali per promuovere il tuo lavoro sono la passione e l’expertise. Parla alla gente di quello che ti piace fare e che sai fare, non di quello che non conosci. E certamente piacerà anche a loro.

Copia

Trova qualcuno che sta facendo quello che vuoi fare tu e copialo (ma non dire che te l’abbiamo suggerito noi)! Ormai è stato detto tutto di tutto e non devi essere certamente tu a dimostrare il contrario. Per cui prendi quello che qualcuno ha già fatto, modellalo secondo il tuo stile e secondo il tuo target, utilizzando le tue peculiari caratteristiche e capacità. Ogni cosa ci può insegnare e ogni cosa può essere migliorata.

Promuoversi può generare ansia perché ci costringe a uscire dalla nostra zona di comfort, ma si può efficacemente imparare a farlo con autenticità ed integrità. Prendete spunto da queste riflessioni, dai nostri corsi e dalla moltitudine di materiali reperibili in internet per far crescere e sviluppare il vostro muscolo del marketing. Per il bene della vostra professione e della psicologia.